cheap viagra cialis Intorno ai siti web aziendali sono davvero estremamente comuni arrivare a promuovere unimpresa commerciale. Una directory acquisto viagra legale order viagra cialis acquisto sicuro tadalafil acquisto acquisto cialis blog Possiamo notare le molte modifiche in qualsiasi disciplina particolare in materia medica viagra 100 mg tadalafil 20mg uk Come lelemento di miglioramento maschile funziona Goat Weed. Lomeopatia funziona. Un discorso dallesperienza personale. viagra acquisto sicuro Viagra consuma abbastanza velocemente nel sistema, tipicamente entro 30 acquisto viagra

Interpretazione delle analisi di suolo

 

Interpretare una analisi del terreno significa valutarne i risultati per stabilire se sono adeguati alla coltivazione di interesse. L’operazione richiede l’utilizzo di tabelle che riportiamo di seguito; si tenga presente che alcuni parametri possono essere determinati con diverse metodiche analitiche e che la valutazione di ogni risultato deve essere fatta utilizzando la specifica tabella riferita alla metodica utilizzata, che dovrebbe essere indicata sul certificato di analisi.

Le metodiche reperibili in bibliografia sono molte; alcune prevedono un estraente unico per molti nutrienti, altre prevedono estraenti diversi per i singoli elementi. Quelle che si sono realmente affermate e per le quali disponiamo di valide tabelle di riferimento sono relativamente poche. La nostra scelta si è orientata verso queste ultime, come del resto prevede la legislazione italiana (D.M. 11/5/92 e 13/9/99).

 

pH

Ciascuna specie vegetale ha un intervallo di pH ottimale al di sopra e al di sotto del quale manifesta sintomi di sofferenza; la maggior parte si trova bene a valori prossimi alla neutralità, ma alcune preferiscono pH acidi (acidofile) altre pH alcalini (basofile).

Valutazione Valore
fortemente acido < 5,4
acido 5,4 -6,0
leggermente acido 6,1-6,7
neutro 6,8-7,3
leggermente alcalino 7,4-8,1
alcalino 8,2-8,6
fortemente alcalino >8,6

 

 

Salinità – conducibilità elettrica

Il contenuto di sali solubili del suolo (salinità) viene comunemente valutato attraverso la misura della conducibilità elettrica (CE) in estratti acquosi di suolo. Il rapporto tra suolo ed acqua nell’estrazione determina quanto i sali contenuti nel suolo vengono diluiti nell’acqua e quindi il valore di CE. Il risultato può dunque essere valutato solo conoscendo il rapporto di estrazione.

Il valore della conducibilità elettrica può essere espresso in varie unità di misura, il più comune è il siemens (S) o meglio i suoi sottomultipli: il microSiemens per centimetro (µS/cm) e il milliSiemens per centimetro (mS/cm) o il suo equivalente deciSiemens per metro (dS/m):

1000 µS/cm = 1 mS/cm = 1 dS/m

Le estrazioni più comunemente utilizzate nel nostro paese sono: la pasta satura, il rapporto 1:2 (peso/volume) e il rapporto 1:5 (peso/volume).

L’estrazione in pasta satura fornisce risultati ben correlati con la risposta delle piante, tuttavia è di esecuzione poco pratica e non è sempre utilizzato.
La tabella seguente consente di valutare i risultati:

 

Riduzione di crescita (%)

Tipo di piante

0

10

25

Molto sensibili

1,0

1,4

1,8

Sensibili

1,4

2,0

3,0

Moderatamente tolleranti

2,5

3,4

4,8

Tolleranti

4,5

5,8

8,0

Molto tolleranti

8,0

10,0

13,0

 

Le estrazioni 1:2 e 1:5 sono invece piuttosto veloci e frequentemente utilizzate, sebbene i risultati ottenuti siano meno significativi.
Per la loro valutazione è opportuno “convertirli” -seppur in modo approssimativo- nell’estratto in pasta satura attraverso la seguente tabella:

 

Tipo di suolo

moltiplicare CE dell’estratto 1:2 per

moltiplicare CE dell’estratto 1:5 per

Sabbia

6

15

Franco-sabbioso

5

12

Medio impasto

4

10

Franco-argilloso

3.6

9

Argilloso

3.2

8

 

 

Macronutrienti

 

Azoto totale (g/Kg)

molto basso

< 0,5

basso

0,5-1,0

medio

1,0-2,0

elevato

2,0-2,5

molto elevato

>2,5

 

Azoto disponibile (azoto nitrico + azoto ammoniacale – N mg/Kg)

basso

<10

medio

10-20

ben dotato

>20

 

Fosforo assimilabile – metodo Olsen (P2O5 mg/Kg)

molto basso

<11

basso

12-23

medio

24-34

elevato

35-69

molto elevato

>69

 

Fosforo assimilabile – metodo Bray-Kurtz (P2O5 mg/Kg)

molto basso

<28

basso

29-57

medio

58-85

elevato

86-172

molto alto

>172

 

Potassio scambiabile (K2O mg/Kg)

tessitura

sabbiosa

medio impasto

argillosa

molto basso

<48

<72

<96

basso

49-96

73-120

97-144

medio

97-144

121-180

145-216

alto

>144

>180

>216

 

Calcio scambiabile (Ca mg/Kg)

tessitura

sabbiosa

medio impasto

argillosa

molto basso

<350

<1000

<1700

basso

350-550

1000-1600

1700-2700

medio

550-700

1600-2100

2700-3500

alto

>700

>2100

>3500

 

Magnesio scambiabile (Mg mg/Kg)

tessitura

sabbiosa

medio impasto

argillosa

molto basso

<10

<20

<30

basso

10-25

20-70

30-120

medio

25-60

70-180

120-300

alto

>60

>180

>300

 

 

Micronutrienti

 

Ferro, manganese, rame, zinco assimilabili – met. Lakanen-Ervio (mg/Kg o ppm)

Ferro

Manganese

Rame

Zinco

basso

<50

<5

<5

medio

50-100

50-100

5-10

5-10

elevato

>100

>10

>10

tossico

>100

>100

 

Ferro, manganese, rame, zinco assimilabili – met. Lindsay-Norwell (mg/Kg o ppm)

Ferro

Manganese

Rame

Zinco

molto basso

<2.5

<1.0

<0.2

<0.5

basso

2.5-4.5

0.5-1.0

medio

>4.5

>1.0

>0.2

>1.0

 

Boro solubile (mg/Kg o ppm)

basso

<0.3

medio

0.3-0.8

elevato

0.8-1.5

rischio tossico

>1.5

 

 

Altre caratteristiche

 

Capacità di scambio cationico – c.s.c. (meq/100g o cmol/Kg)

bassa

<10

media

10-20

alta

>20

 

Sostanza organica (% o g/100g)

tessitura

sabbiosa

medio impasto

argillosa
o limosa

molto bassa

<0.8

<1.0

<1.2

bassa

0.8-1.4

1.0-1.8

1.2-2.2

media

1.5-2.0

1.9-2.5

2.3-3.0

elevata

>2.0

>2.5

>3.0

 

Calcare totale (%)

non calcareo

<1

poco calcareo

1-10

mediamente calcareo

10-25

calcareo

25-50

molto calcareo

>50

 

Calcare attivo (%)

basso

<1

medio

1.0-5.0

elevato

5.0-7.5

molto elevato

>7.5

 

Rapporto C/N

<9

basso

mineralizzazione veloce

9-12

equilibrato

mineralizzazione normale

>12

elevato

mineralizzazione lenta

Limiti dei metalli pesanti – contenuto totale (mg/kg s.s.)

DM
13/09/99
(1)

DCI 27/07/84 (2)

Dir. 86/278/CEE (3)

D.Lgs 99/92 (4)

D.Lgs 152/06 (5)

residenziale

industriale commerciale

arsenico

10

20

50

cadmio

0.1-5

3

1-3

1.5

2

15

cobalto

1-20

cromo

10-150

50

150

800

manganese

 750-1000

mercurio

2

1-1.5

1

1

5

nichel

5-120

50

30-75

75

120

500

piombo

5-120

100

50-300

100

100

1000

rame

10-120

100

50-140

100

120

600

zinco

10-150

300

150-300

300

150

1500

(1) non si tratta di limiti ma di “valori accertati” in suoli coltivati e naturali
(2) suoli destinati all’utilizzazione di compost da RSU
(3) e (4) suoli destinati all’utilizzazione di fanghi di depurazione
(5) bonifica di siti contaminati ad uso residenziale o industriale-commerciale

 

 Valori di orientamento per metalli pesanti in terreni agricoli – contenuto totale (mg/kg s.s.)

ininfluente

tollerabile

tossico

Cu

< 50

50 – 100

> 200

Zn

< 150

150 – 300

> 600

Cr

< 50

50 – 200

> 500

Ni

< 40

40 – 100

> 200

Pb

< 100

100 – 500

> 1000

Co

< 50

50 – 200

> 1000

Cd

< 1

1 – 2

> 5

Hg

< 0,5

0,5 – 10

> 50

As

< 20

20 – 40

> 40

Eikman e Kloke, 1993 – modificato

 

Valori di disponibilità di alcuni metalli pesanti accertati in suoli non acidi – estrazioneLindsay-Norwell – D.M. 13/09/99  (mg/kg s.s.)

cadmio

0.2 – 1.5*

nichel

1.0 – 15

piombo

0.5 – 5*

rame

6.0 – 13**

zinco

2.0 – 9**

*in suoli limitrofi a vie di comunicazione si possono accertare valori di Cd e Pb più elevati, rispettivamente di 2 e 20 mg/kg

**in suoli utilizzati per la viticoltura si possono riscontrare valori di Cu e Zn più elevati (fino a 30 mg/kg)

 

Granulometria o tessitura

La tessitura può essere determinata seguendo due possibili classificazioni: quella suggerita dall’United States Department of Agriculture (USDA) o quella suggerita dall’International Society of Soil Science (ISSS); la differenza tra le due classificazioni è nel limite dimensionale che separa il limo dalla sabbia (20 µm per la ISSS e 50 µm per il USDA).
Per la valutazione dei risultati:

 

  • scegliere il corretto triangolo della tessitura tra i due riportati qui sotto;
  • riportare i valori delle singole frazioni granulometrche sui relativi lati del triangolo;
  • tracciare, dai tre punti individuati, una linea parallela alla freccia;
  • individuare l’area su cui ricade il congiungimento delle tre linee;
  • classificare il suolo in esame tramite le lettere indicate nell’etichetta nell’area (A = argilloso; L = limoso; S = sabbioso; F= franco, di medio impasto).